Cannavaro difende Pirlo: “Patrimonio che va tutelato”

96

Nel corso di un’intervista a la Gazzetta dello Sport, l’ex giocatore Fabio Cannavaro ha difeso a spada tratta Andrea Pirlo, in questo periodo bersagliato dalle critiche a causa della stagione decisamente deludente dei bianconeri.

“Quando la Juventus ha scelto Andrea sapeva benissimo che non aveva alcuna esperienza – ha commentato Cannavaro -, ed è logico che debba avere il suo tempo per maturare, anche nel rapporto con la squadra. Ci sono ancora 30 punti in ballo, è giusto lasciare in sospeso il giudizio. Andrea ha fatto cose buone, lanciando giovani e gestendo uno spogliatoio complicato, di gente che ha vinto tanto. Certo, alcune cose non funzionano, ha sbagliato, è un umano, ha puntualizzato l’ex giocatore, che ha poi proseguito con un atto di accusa verso i media:

Eravate voi giornalisti a scrivere di Pirlolandia, quando ancora serviva tempo per capire cosa venisse fuori dalla Juve. A questo punto è un patrimonio che va tutelato. Del resto, se la Juve non lo confermasse, allora che lo ha scelto a fare l’estate scorsa? Sbaglierebbe due volte se ora si rimangiasse quella scelta”, ha concluso Cannavaro.