Italo Cucci: “Se oggi vediamo una Juve triste, la causa principale è l’assenza di Dybala”

105

Nel suo editoriale per QS il giornalista Italo Cucci ha commentato la situazione di incertezza vissuta dall’attaccante Paulo Dybala, che sembra sempre più in bilico alla Juventus, tanto da far sospettare un suo possibile addio a fine stagione.

A difendere la Joya, Cucchi, che ha commentato:

“Come tutti i fenomeni, Allegri pensa di poter godere l’immunità di memoria ma io ricordo bene che proprio su queste colonne l’accusai di sprecare la risorsa Dybala – ha commentato il giornalista -. Eppure è all’origine del peccato che ha provocato la prima e la più incisiva crisi juventina, perché lo staff tecnico ha fatto pagare alla Joya certe scelte del Conte Max, tentandone il trasferimento anche quando si vedeva che avrebbe trovato l’intesa con Ronaldo. Il Covid e gli infortuni hanno fatto il resto”.

“Se oggi vediamo una squadra più operaia che artista, capace di rattristare anche CR7, la causa principale è l’assenza o l’accantonamento di Dybala, il campione che mette(va) d’accordo la qualità del gioco e il risultato, ha concluso Cucci.