Ex agente Del Piero: “Ronaldo non andrà via dalla Juve. È giusto che riprovi a vincere la Champions”

201

L’ex agente di Alessandro Del Piero, Claudio Pasqualin, nel corso di un’intervista a ilbianconero.com ha parlato anche della prossima sessione di calciomercato della Juventus, in cui si dovranno prendere decisioni importanti, a partire dall’attacco, considerato anche l’ultimo anno di contratto di Cristiano Ronaldo.

“Secondo me Cristiano Ronaldo non andrà via dalla Juventus – ha commentato Pasqualin -. È giusto che riprovi a vincere la Champions. Al di là di tutte le problematiche e gli artifizi fiscali che potrebbero entrare in ballo in caso di ipotesi Real Madrid, il contratto non è scaduto”, ha ricordato l’ex agente.

“È stato un grande colpo, ma l’obiettivo finora è stato mancato. Per dire se è un flop o meno bisognerà aspettare la scadenza del contratto, basta vincere una Champions per ribaltare il giudizio di molti. Se non si vincerà neanche l’anno prossimo si potrà dire che è stato un errore, ma al momento lui ha rispettato tutte le attese sul piano individuale: diciamo, piuttosto, che l’organico della Juve è quello che è, ha sottolineato Pasqualin.

In merito al rinnovo di Paulo Dybala, Pasqualin ha commentato: “Non sarà una trattativa semplicissima ma alla fine penso che firmerà. In questo periodo bisogna accontentarsi, e parlo all’entourage del giocatore, in tempo di Covid non si possono chiedere grandi cifre, le richieste vanno ridimensionate“.

Sulla possibile scelta per Morata, rinnovare il prestito per 10 milioni o riscattarlo pagandone 45, Pasqualin ha commentato: “Spendere 45 milioni oggi è difficilissimo, la strada più semplice è quella del rinnovo del prestito. Credo sarà la regola del futuro mercato, all’insegna di scambi e prestiti con diritti di riscatti che poi non verranno mai esercitati. Al massimo ci si siederà a tavolino per ritrattare la cifra”.

Sulla possibile partenza del portiere Szczesny, Pasqualin ha dichiarato: “È uno dei cinque migliori portieri al mondo, probabilmente me lo terrei stretto. È una delle certezze dalle quali ripartire, l’unico in grado di sostituirlo è Donnarumma“.

Sull’operato di Andrea Pirlo sulla panchina bianconera, l’ex agente ha commentato: “A me verrebbe da dire ‘il ragazzo si farà‘, come cantava De Gregori. Bisogna aspettare che finisca la stagione per vedere dove arriva e se porta a casa la Coppa Italia, in caso di mancata qualificazione in Champions, per esempio, credo che rischi l’esonero“.