Orsato torna ad arbitrare l’Inter. Tifosi nerazzurri in agitazione

1161

“Stanno ridimensionando il Var, sempre meno utilizzato e dagli arbitri italiani. Il pressing di Uefa e Fifa per spingere l’inversione di tendenza in Italia. Intanto sta per cadere la preclusione di Orsato con l’Inter che dura dall’aprile 2018 (Il Giornale)”.

Questo è il messaggio che il giornalista Giovanni Capuano ha pubblicato su Twitter e che ha scatenato un animato battibecco social tra i tifosi nerazzurri e bianconeri. Il direttore di gara Daniele Orsato, come riportato da il Giornale, potrà tornare ad arbitrare una partita dell’Inter, a distanza di 3 anni dall’ultima sfida Inter-Juve dell’aprile 2018. In quell’occasione, a seguito del mancato secondo giallo a Miralem Pjanic, Orsato era stato travolto da furiose critiche ed escluso dalle direzioni di gara delle partite dei nerazzurri.

A commentare il tweet di Capuano diversi tifosi dell’Inter, che non hanno mancato di fare polemica e allusioni:

Attenta Inter, stanno facendo di tutto per far restare a galla la Juventus e preparare un altro finale come nel 1998

“Stanno apparecchiando Juventus-Inter alla penultima giornata con Orsato

“Per il finale di campionato servono i top player per far risalire la Juve e fermare l’Inter. Orsato ha il profilo giusto”

“Può essere Orsato l’arma in più della Juve per la rimonta? Parliamo del rientro di un grande campione bianconero, dopotutto”

“Eh, giustamente la Juventus deve recuperare, bisogna schierare in campo l’artiglieria pesante

Commenti che hanno attirato l’attenzione dei tifosi bianconeri, che hanno commentato prontamente:

“In Italia un club non paga cartellini e stipendi, gli fanno proroga ad hoc, decide di non voler essere arbitrata da alcuni arbitri e lo ottiene per anni. Ma i suoi tifosi piangono per complotti a favore di altri”.

“Ah, ma quindi si possono scegliere gli arbitri graditi e quelli no. Nel 2006 avevano assicurato fosse un reato”

Mica la prima volta, succedeva già a Facchetti e Bergamo (vedi intercettazioni) di evitare un arbitro”