Paratici sulle critiche a Ronaldo: “Mi viene da sorridere all’idea di metterlo in discussione. È un privilegio averlo, ce lo teniamo stretto”

275

In occasione della sfida contro il Cagliari, il direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici, ai microfoni di Sky Sport ha risposto in merito alle tante critiche che sono piovute addosso al fuoriclasse portoghese Cristiano Ronaldo a seguito dell’eliminazione dalla Champions.

Mi viene da sorridere – ha commentato Paratici -, nel senso che nella mia carriera non avrei mai pensato di dover discutere Cristiano Ronaldo. Io sono cresciuto in un paesino della bassa Padana e questi discorsi li sentivo allora nei bar e in parrocchia riguardo Rivera, Mazzola, Baggio, Platini. Mai avrei pensato di poterli affrontare a certi livelli, però questo mi fa sorridere.

Il direttore sportivo bianconero ha poi aggiunto: “Stiamo parlando di un calciatore che nel 2020 ha segnato qualcosa come 41 reti in 38 partite con la Juventus. Ad oggi, non cinque stagioni fa. È il capocannoniere della Serie A, ha vinto 5 Palloni d’oro, ho perso il conto delle Champions League. Con noi ha vinto già molti titoli, è un privilegio averlo nella nostra squadra. Ce lo teniamo stretto e ce lo godiamo il più possibile. Siamo molto, molto felici di averlo con noi”.

Paratici ha poi parlato del campionato: “Bisogna pensare che questa è un’annata particolare. Tutti noi giochiamo tantissime partite, è molto più difficile degli altri anni quando già si giocava molto. La squadra ha fatto partite molto buone, partite meno buone, come tutte le grandi squadre europee. Abbiamo una stagione davanti a noi molto importante, ancora 13 partite, e una finale di Coppa Italia. Ci aspettiamo di portare a casa il risultato massimo”.