Cassano: “Juve, come si fa a mettere in discussione Ronaldo! Il problema è la società e vi spiego perché”

315

Tiene ancora banco tra gli addetti ai lavori la debacle della Juventus in Champions League.

Anche Antonio Cassano non si esime dal commentare l’uscita dei bianconeri dalla massima competizione europea. FantAntonio va controcorrente rispetto alla stampa e ne spiega le motivazioni alla Bobo tv sul canale Twitch di Cristian Vieri.

Stanno discutendo Cristiano Ronaldo. Se parliamo di Ronaldo e la Juve sono differenti: il primo è il re della coppa, la seconda da 26 anni fallisce sempre. Non ha lo status delle big, del Bayern Monaco, del Milan”, commenta Cassano.

Cassano cerca di spiegare meglio il suo ragionamento: “In Italia ci accontentiamo di vincere 10 scudetti 1-0 e via, sia con Conte, che con Allegri, che con Capello. La Juve, in Italia, può vincere ancora i prossimi 20 anni, magari quest’anno no, ma in Italia continueranno a vincere, il ciclo non si chiuderà mai”.

Ma il problema è alla base e della società: come si fa a mettere in discussione Ronaldo? E’ follia. Puoi prendere Messi e Maradona, ma se non li circondi di giocatori di personalità con status mondiale, continuerai a far fatica”.

Escluso Buffon, escluso Ronaldo, chi ha vinto un Mondiale o una Champions? Come puoi vincere la Champions con Chiesa? La Juve è’ a -10 dall’Inter, non so dove arriverà. La Juve deve prendere un allenatore con uno status, con tutto il bene che voglio ad Allegri”.

Tornando a Ronaldo, Cassano aggiunge:

“Mi ricordo dopo Barcellona-Juventus 0-3, tutti i pagliacci che parlavano, è dicevano che la Juve era candidata a vincere la Champions. Oggi sputano m…a. Non si può attaccante Ronaldo, è una cosa vergognosa”.