Sandro Piccinini: “Quando mancano Morata e Dybala si sente, ma la Juve non può aggrapparsi alle assenze”

145

Nel corso di Sky Calcio Club il noto telecronista Sandro Piccinini ha parlato delle difficoltà attraversate dalla Juventus di Andrea Pirlo, reduce da un pareggio con il Verona e chiamata nelle prossime ore a non commettere errori contro lo Spezia.

Il commento di Piccinini, che non ha risparmiato critiche ai bianconeri: “La Juve negli anni scorsi dava la sensazione del controllo della partita, questa invece dà la sensazione di non poter controllare la gara fino in fondo”.

In merito alle assenze, il giornalista ha commentato: “Sul discorso delle assenze, dobbiamo riconoscere i meriti anche al Verona, perché la Juve ha perso punti con il Crotone all’andata, con il Verona all’andata e con il Benevento all’andata: tre pareggi nei quali c’era sempre Arthur titolare. Per quelli che l’hanno rimpianto, qui era titolare e due volte è stato sostituito. Certo, poi è migliorato. Poi ricordo che Bentancur, Rabiot, Ramsey e Arthur in quattro hanno fatto quattro gol, quindi c’è anche il problema del centrocampo che rende poco dal punto di vista anche dei numeri, perché non è che Ronaldo può fare 80 gol da solo.

Quando manca Morata si sente, Dybala lo stesso, però quando affronti queste squadre, la Juve con il suo organico non può aggrapparsi alle assenze, ha concluso Piccinini.