Ronaldo, il giornalista Mario Sconcerti costretto a redimersi: “Nessun allarme, nessun cedimento all’età”

210

Il giornalista Mario Sconcerti, è costretto ancora una volta a fare un passo indietro dopo aver criticato Cristiano Ronaldo nelle scorse settimane.

Ecco come ha commentato la prestazione di CR7 contro il Crotone: “Cercavamo Ronaldo e lui si è mostrato. Altri due gol, di nuovo capocannoniere. Quindi nessun allarme, nessun cedimento all’età, solo dei piccoli respiri come tutti gli umani”: ha detto Sconcerti nel suo audio-editoriale per calciomercato.com.

“Allo stato delle cose Ronaldo resta un grande comodità. Segna gol in media ogni due partite, ma anche lui sceglie bene gli avversari. Delle prime nove in classifica ha fatto gol solo a Roma e Lazio”.

Il giornalista cerca il pelo nell’uovo nelle prestazioni di CR7: “Niente contro Inter, Milan, Atalanta, Sassuolo, Napoli e Verona. Contro le squadre normali con lui si parte sempre da uno a zero. La sua qualità personale sommata a quella della squadra scombina la partita”.

Il giornalista tuttavia deve ammettere:nemmeno Lukaku segna molto alle grandi squadre. Delle prime nove ha segnato solo a Milan e Napoli (su rigore). Meglio Immobile, gol a Napoli, Milan e Roma. Ai tempi d’oro dell’autunno 2020 meglio di tutti fece Ibrahimovic che segnò due reti all’Inter, alla Roma e uno al Verona. Da allora più niente”.

E pensare che meno di 5 giorni fa l’editorialista del Corriere della Sera Sconcerti, cannoneggiava così su CR7: “è ormai sul filo dell’imbarazzo. Adesso il problema è evidente e quasi incomprensibile. Finora si era limitato a segnare e a giocare meno bene. Ora Ronaldo è scomparso”. In una azione Ronaldo gli ricorda addirittura “un vecchio senza equilibrio. Ha qualcosa, va aiutato, comunque la pensi lui”. Zittito con due gol.