Cruciani: “In Calciopoli scudetto tolto alla Juve con metodi stalinisti. Inter non doveva accettare quello scudetto. Oggi dobbiamo tifare tutti Juventus”

2189

È un Giuseppe Cruciani in gran forma quello che si presenta negli studi di Tiki Taka su Italia1.

Il noto polemista de La Zanzara prende di mira l’ex direttore del Tg1 Gianni Riotta, noto tifoso dell’Inter che ricordava Calciopoli con queste parole “Sono orgoglioso dello scudetto che chiamano di cartone dell’Inter. Ci sono delle sentenze, non sono punti di vista”. Ebbene a queste parole, Cruciani ha replicato così:

“L’Inter è arrivata terza a 15 punti dalla Juve. Non c’è mezza prova che quello fu uno scudetto rubato, non esiste. L’Inter non doveva accettarlo lo scudetto, fu tolto alla Juve con metodi stalinisti, dire che la Juventus rubava è un discorso da bar”, ha tuonato Cruciani.

Cruciani, ha poi rincarato la dose cannoneggiando ancora sull’Inter:

“L’Inter è favorita, e se non dovesse vincere lo scudetto sarebbe la più grande catastrofe sportiva nella sua storia”.

“Ragionate bene: se quest’anno l’Inter non dovesse vincere lo scudetto, per queste condizioni, sarebbe come il 5 maggio. Se tra quattro o cinque giornate prende sette-otto punti di vantaggio di che parliamo? L’unico avversario possibile è la Juventus”.

Infine, l’auspicio: “Dobbiamo tutti tifare Juve, altrimenti tra qualche giornata siamo tutti fottuti, per salvare il campionato, prevedendo una discesa del Milan la Juventus resta l’unica rivale”, sentenzia Cruciani