Ravezzani: “La contraddizione Juve? Non vince la Champions e fa fuori Allegri e Sarri, ma poi si affida a Pirlo…”

112

La situazione attuale della Juventus sta facendo nascere molte perplessità nel mondo bianconero, che da mesi osserva una squadra che non ingrana, alla continua ricerca di un equilibrio che il mister Andrea Pirlo fatica a trovare.
Ormai non si contano le prestazioni in campo opache e mediocri e il primo responsabile, inevitabilmente, viene individuato nell’allenatore.

A tornare sulla gestione degli allenatori bianconeri, anche alla luce dell’ultima bruciante sconfitta in Champions, il giornalista Fabio Ravezzani che su Twitter ha commentato:

“La contraddizione della Juve è questa: dopo aver determinato di non aver vinto la Champions per inadeguatezza di due allenatori (Allegri e Sarri) ha deciso di affidarsi a uno che non aveva mai allenato prima (Pirlo)”.

Ad un tifoso che osservava l’incapacità della Juve di costruire una squadra al livello del fuoriclasse portoghese Cristiano Ronaldo, Ravezzani ha risposto: CR7 con i suoi costi ha obbligato il club a non investire abbastanza sul centrocampo. Poi, sicuramente, gli ultimi mercati sono stati sbagliati“.

E nel corso della discussione c’è anche chi ha osservato: “I giornalisti dovrebbero fare mea culpa, viste le lodi totalmente ingiustificate quando questo ragazzo venne piazzato alla guida tecnica di una squadra come la Juve. E forse bisognerebbe chiedersi come mai“.