Juve-Genoa, Andrea Pirlo: “Ci siamo complicati la vita per niente. Ora pronti alla sfida contro l’Inter”

81

Nel corso  della conferenza stampa post partita, Andrea Pirlo ha analizzato la partita di Coppa Italia, JuventusGenoa, vinta ai supplementari dai bianconeri per 3-2.

“Ci siamo complicati la vita da soli – ha esordito Pirlo, avevamo cominciato molto bene nel primo tempo e avremmo potuto poi gestire la partita. Abbiamo avuto una disattenzione sul primo gol e lì è nata una partita un po’ più faticosa. Peccato perché avremmo potuto gestire meglio la situazione e le nostre forze. Comunque la vittoria dà morale: la Coppa Italia è un obiettivo ed era importante passare il turno. Ora c’è da arrivare pronti alla partita contro l’Inter di domenica sera.

“Se avessimo segnato i gol nelle occasioni create, avremmo gestito meglio – ha continuato Pirlo -. Ma c’erano ragazzi alla prima esperienza e degli errori ci stanno. Peccato solo perché avevamo la partita in mano. Stasera ci è mancata solo un po’ di concentrazione, la gestione di certi momenti. Su questo stiamo lavorando, migliorando, quindi andiamo avanti nel nostro percorso”.

Ai microfoni di JTV Pirlo ha poi aggiunto:

“Abbiamo sofferto, ci siamo complicati la vita per niente dove potevamo gestire meglio le forze per la partita di domenica.

Sono soddisfatto di tutti i giocatori, al di là di Rafia che ha fatto il gol decisivo. I ragazzi hanno fatto tutti bene: da Dragusin a Wesley, siamo contenti di questi giocatori che hanno dimostrato di essere all’altezza. Kulusevski ha fatto una buona partita, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa è stato un po’ confusionario e forse poteva gestire meglio alcune situazioni, ma anche stasera ha dimostrato di essere un grande calciatore che ha grandi giocate nella testa e nelle gambe, ora deve avere continuità e la gestione dei palloni in tutti i 90′.

Quando c’è da chiudere le partite dobbiamo farlo con cattiveria, per poi gestire meglio anche il resto della gara. Dobbiamo essere più cattivi quando ci capitano le occasioni, perché è troppo importante chiudere le partite.

Pirlo ha poi concluso: “La partita contro l’Inter sarà importantissima, perché è la gara che tutti i giocatori e tutti gli allenatori vorrebbero giocare, ma non è ancora decisiva, siamo ancora nella prima parte del campionato. Adesso recupereremo le forze per farci trovare pronti in vista della gara di domenica“.