Andrea Bosco: “Visto che siamo in tema di indagini, non reputa la Federazione che sui veri proprietari dell’Inter vada fatta chiarezza?”

94

Andrea Bosco tira in ballo l’Inter nel suo ultimo editoriale per le colonne di Tuttojuve.com. E lo fa dopo aver commentato con rammarico le motivazioni della sentenza del Collegio di Garanzia del Coni su Juve Napoli.

Visto che siamo sull’argomento indagini, interessa capire alla Federazione chi siano i proprietari delle società di calcio?, si chiede il giornalista di fede juventina.

“In prima pagina Il Giornale si è posto domande sulla proprietà dell’Inter. Spiega il quotidiano diretto da Alessandro Sallusti che Suning si è appoggiato ad AliBaba, colosso il cui fondatore, Jack Ma, critico con il regime, da tempo è “sparito“. Secondo Gian Micalessin che firma il fondo «il pacchetto di controllo dell’Inter è finito nella mani di una sussidiaria di Alibaba».

E allora si domanda ancora il giornalista: “Visto che Jack Ma è sparito (in Cina sparire non è sintomo di riservatezza) ipotizza Micalessin che “Ali Baba sia finita sotto l’ala dello Stato – Partito e venga utilizzata per imporne il cappio anche alle attività di Jindong Zhang (alias Suning)“.

“Tradotto: il proprietario dell’Inter potrebbe diventare lo Stato Cinese. Tralascio le considerazioni economiche, politiche e sociali che Micalessin, pone”.

Domanda: “Non reputa la Federazione che su questi (e altri) argomenti vada fatta chiarezza?” Perché anche i manager campani Cerchione e D’Avanzo comproprietari (con Singer) del Milan, Rai 3 (trasmissione “Report“) proprio non è riuscita a rintracciarli. Spariti anche loro”, scrive ancora Bosco.