Juve-Napoli, la farsa: Statuto FIGC non prevede ricorso al Coni per gare perse a tavolino

2365

Fa ancora discutere il verdetto del collegio di Garanzia del CONI che ha revocato il 3 a 0 a tavolino della Juventus contro il Napoli e di fatto ha cambiato il risultato della gara.

E a questo proposito il portale Tribuna.com ha riportato a galla uno stralcio dello Statuto della FIGC da cui emerge dall’articolo 30 comma 3 che per le partite perse a tavolino, non sia previsto il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni.

Il tutto condito da un altra rivelazione del noto portale web: “L’avvocato difensore del Napoli, Lubrano, lavora proprio al CONI, collega del Procuratore Sportivo giudicante.”

Si palesa dunque una palese violazione dello Statuto della FIGC: “Infatti – riferisce ancora Tribuna.com –  all’articolo 30 comma 3 del suddetto Statuto, è scritto chiaramente che per le partite perse a tavolino non sia previsto il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni”.

La Juventus – secondo il sito sportivo –  è dunque vittima di un vero e proprio complotto, ordito da De Laurentiis ed avallato dal CONI, massimo organo sportivo italiano, con cui ADL è ben ammanicato”.