Ricorso Juve-Napoli, Mario Sconcerti: “La Juve ha detto che avrebbe rispettato le regole, e lo farà”

238

Ai microfoni di Stadio Aperto in onda su TMW Radio, il giornalista Mario Sconcerti ha commentato la sentenza del Collegio di Garanzia dello Sport del CONI che ha disposto di inserire in calendario la partita Juventus-Napoli, non disputata a Torino lo scorso 4 ottobre a causa dell’assenza dei partenopei.

Le parole di Sconcerti:

Si sapeva che la sentenza sarebbe stata diversa. Può aver pesato il fatto che il CONI non sia esattamente in amicizia con la FIGC. La vera spiegazione però sta nella motivazione del verdetto in Corte d’Appello, che l’avvocato della Procura CONI ha definito intollerabile. Questo c’è alla base del rovesciamento, il rifiuto. Si salva il concetto base da salvare, l’accordo tra Stato e calcio, attraverso il protocollo e l’utilizzo di quelle regole per i giocatori positivi. Mi pare peraltro che il CONI non potesse entrare nel merito, ma che fosse un problema di procedura. La giustificazione salva capre e cavoli”, ha commentato il giornalista.

Sconcerti ha poi aggiunto:

“Non mi attendo una risposta della Juve. Dall’inizio la Juventus ha detto che avrebbe rispettato le regole, e lo farà, anche se le cose sono a sfavore suo. Si tratta di giocare una partita mai disputata, e nemmeno da commentare molto“.