giovedì, 13 Giugno 2024

Paulo Dybala: “Voglio vincere la Champions con la Juve. Orgoglioso di questa maglia”

Condividi

spot_imgspot_img

Paulo Dybala è stato il protagonista dell’evento digitale rivolto ai tifosi più piccoli, organizzato dalla Juventus per i suoi Junior Reporter, che hanno avuto la possibilità di intervistare il numero 10 bianconero.

Molte le domande rivolte dai piccoli tifosi a Dybala, dagli obiettivi raggiunti a quelli futuri, primo fra tutti il sogno di tutti i tifosi bianconeri: la Champions League.

Tra i piccoli juventini è stata molta la curiosità circa il significato della sua ormai celebre Dybala Mask, che il numero 10 bianconero ha spiegato così:

“Sono un appassionato dei gladiatori e vedevo come nei momenti di difficoltà questi gladiatori indossassero la maschera, e così l’ho associata un po’ alle mie partite a calcio. Molte volte ci troviamo in momenti di difficoltà, attraversiamo anche dei momenti difficili e per questo ho pensato di esultare a ogni gol con questa maschera. Mi piace il messaggio che posso mandare alla gente, non solo a quelli che giocano a calcio”.

Curiosità per l’esultanza ma anche per il soprannome la Joya:

“Questo soprannome l’ha inventato un giornalista perché quando ero molto giovane dicevano che tante squadre italiane volevano prendermi e il mio valore era alto, come quello di un diamante“.

Alla domanda su quale sia stata l’emozione più grande vissuta alla Juventus e quale il suo prossimo traguardo, Dybala ha risposto:

“Ho vissuto tanti momenti belli alla Juventus. La mia prima esperienza è stata una finale vinta facendo un gol. Abbiamo vinto tanto insieme e quindi è difficile trovarne uno. L’arrivo alla Juve per me è stata un’emozione unica, indossare questa maglia per la prima volta, fare la prima conferenza stampa da giocatore della Juve, penso siano stati i momenti più belli, al di là di quelli in campo. I traguardi spero saranno ancora tanti, il più importante è la prossima finale di Supercoppa che giocheremo a gennaio contro il Napoli“.

Dybala ha poi spiegato ai piccoli tifosi l’importanza di indossare la maglia numero 10 bianconera:

“È molto importante, c’è tanta responsabilità, c’è tanto lavoro, sono orgoglioso di poterlo fare. Il giorno che la Juve mi ha chiesto di poter indossare questo numero così importante per la storia di questo club, non è stato facile decidere, perché ovviamente sapevo tutto quello che c’era dietro questo numero. Quello che però dico sempre è che al di là del numero, lo stemma che c’è davanti è più importante e più difficile da portare, perché ci viene chiesto sempre di più e dobbiamo essere sempre pronti a farlo per questa squadra”.

Dybala ha poi ricordato con i suoi piccoli tifosi la chiamata della Juventus:

“Prima ho chiesto se fosse uno scherzo. In quel momento c’erano altre squadre che stavano chiamando ma ho detto subito al mio procuratore di chiudere alle altre telefonate e sentire solo quella della Juve“.

Il sogno nel cassetto di Dybala? Non uno ma due:

“Sono due i sogni che ho: uno è poter vincere la Champions League, ovviamente con la Juventus, e l’altro è poter vincere un Mondiale con l’Argentina“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie