Bergomi accusa: “Alla Juve negazionisti. Non ho vissuto Calciopoli, ma nel ’98 sentivi che qualcosa non quadrava nel sistema”

106

Beppe Bergomi, ex difensore dell’Inter, ha parlato su Radio Nerazzurra toccando diversi temi, che riguardano l’Inter e non solo.

Spicca la battuta su Calciopoli da parte dell’attuale commentatore tecnico di Sky:

Mai toccato l’argomento con ex giocatori della Juve? E’ un argomento abbastanza spinoso, spesso cercano di sorvolare. Io nei miei anni non ho vissuto Calciopoli, ma nel ’98 sentivi che qualcosa non quadrava nel sistema. Non so se sono negazionisti, ma quell’anno la Juventus era talmente forte che poteva vincere anche in maniera diversa. Mi fermo qui”. Commento che sa di accusa da parte dello “Zio”.

Bergomi risponde anche alle critiche di non essere super partes durante le cronache dell’Inter:

“Dico sempre le stesse cose: io nel cuore ho la mia squadra, ma lavoro per una tv che vive di abbonamenti. Loro fanno ricerche di mercato, quando tu firmi un contratto devi andare con le tue conoscenze, essendo più imparziale possibile. Anche la critica è sempre fatta in maniera costruttiva, tutti non li può accontentare”, spiega Bergomi.