Pirlo dopo il pareggio con il Verona: “Non dobbiamo prendere uno schiaffo per reagire”

303

La Juventus non va oltre il pareggio 1-1 contro il Verona, con una prestazione buona, non spettacolare ma comunque valida.

Al termine della gara il tecnico bianconero Andrea Pirlo ha così commentato ai microfoni di Sky la partita:

Schiaffo per reagire? Non dovrebbe essere così. Abbiamo fatto un primo tempo troppo attendista, poco aggressivo con i centrocampisti, ma le occasioni migliori sono state le nostre.

C’è stata nel secondo una buona reazione dopo il gol loro, ma non dobbiamo prendere uno schiaffo per reagire.

Quando giochi contro Verona o Atalanta è sempre difficile, giochi uomo contro uomo a tutto campo, tutto sui duelli. Quando giochi contro di loro è sempre dura, per tutti, potevamo fare sicuramente meglio. I centrocampisti hanno fatto una buona partita, lo stesso Arthur che era alla seconda partita ha tenuto per tutti i 90′ anche nella gestione del pallone. Ma dobbiamo migliorare.

Sapevamo che sarebbe stato più difficile oggi che a Kiev, soprattutto per l’intensità che ti dà il Verona, quindi abbiamo lavorato molto in questi due giorni sulla pressione a uomo, di cercare certe giocate. Non dobbiamo prendere schiaffi per svegliarci. Una cosa è giocare in Champions con il pubblico che ti alza anche l’attenzione, una cosa è qui, stasera con un clima soporifero, però dobbiamo partire subito con determinazione dall’inizio. Le partite si vincono anche così”.

Sulla possibile alternanza tra Ronaldo e Morata, Pirlo ha commentato:

“Abbiamo in mente di farli giocare insieme, Ronaldo con Dybala o Ronaldo con Morata, in base alle caratteristiche dei giocatori ci adatteremo con gli altri giocatori. Centrosinistra Ronaldo, posizione classica, non gioca da esterno. Girare lì come Dybala o Kulusevski, sono giocatori simili lì. Oggi ci mancava anche l’ampiezza con Chiesa e abbiamo provato a far recuperare la condizione a Bernardeschi dopo un periodo di inattività”.