venerdì, 14 Giugno 2024

Marcello Chirico: “Az Alkmaar batte Napoli e Asl”. Per De Laurentiis & Co “lezione sportiva e comportamentale”

Condividi

spot_imgspot_img

Per il giornalista di fede bianconera Marcello Chirico, l’occasione è stata troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire.

Il direttore de Il Bianconero prende spunto dalla debacle del Napoli in Europa League contro l’Az, squadra modesta e decimata dal Covid.

“Ci hanno timidamente riprovato, ma in Europa funziona in un’altra maniera. Ovvero: non c’è Asl che regge. O ti attieni alle regole Uefa, oppure la partita rischi di perderla. Anche se il Napoli la gara di Europa League con l’AZ l’ha persa lo stesso. Tra l’altro, contro una formazione presentatasi in Campania con una rosa fortemente rimaneggiata causa Covid”, precisa il giornalista.

“Il club olandese non ha comunicato il numero esatto dei contagiati, ma tra prima e seconda squadra i positivi superavano la dozzina. Numeri che avevano messo in apprensione la società partenopea, con i soliti medici e politici locali a corollario, tutti favorevoli al rinvio della partita per la solita sindrome Genoa e il timore di rischiare un contagio a catena”.

L’Az si è però attenuto ai protocolli: ha lasciato in Olanda gli “infetti”, è volato a Napoli, ha schierato i giocatori disponibili ed ha vinto. Dando una lezione sportiva e comportamentale alla corrente de “le regole del calcio sono accordi privati e non valgono”. Invece valgono eccome, in Italia – come ha dimostrato di recente il giudice sportivo – e ancora di più in Europa, dove se non ti presenti in campo il 3-0 è automatico”.

“Az batte quindi Napoli e Asl, stavolta meno propense ad intromettersi e fare la voce grossa rispetto a qualche settimana fa, forse sapendo che gli spazi di manovra con la Uefa erano davvero ridotti. Regole neanche poi tanto diverse da quelle applicate da Lega Calcio e Figc, ma probabilmente il 4 ottobre c’era di mezzo la Juventus e quindi anche più voglia di fare casino e trasformare la Serie A in Serie Asl. Stavolta hanno preferito stare al loro posto, onde evitare squalifiche sicure alla tanto amata società Napoli.

Chirico ricorda anche i commenti dopo “il 4-1 all’Atalanta che aveva immediatamente scatenato l’ironia della tifoseria azzurra, insieme a quella del presidente ADL. “Grandissimo Napoli! Che peccato non aver potuto incontrare a Torino la Juventus” fu la sua provocazione su Twitter, alla quale se ne accompagnarono altre altrettanto sarcastiche di noti (e meno noti) esponenti campani della comunicazione, quelli che in teoria dovrebbero essere al di sopra delle parti ma puntualmente ci cascano.

E ancora: “Da “Il Napoli sul campo sa solo vincere” al “Il Napoli può essere battuto solo a tavolino” furono i pensieri postati sui social, tutti chiaramente polemici nei confronti della Juve. Perdendo così di vista, o dando probabilmente per scontata, la partita di Europa League con l’AZ, attualmente 11° in Eredivisie e scesa a Napoli con la rosa decimata”.

In conclusione, secondo Chirico, gli olandesi hanno dimostrato che “le partite si possono giocare e vincere anche in periodo di Covid e senza avere a disposizione parecchi titolari. Con tanti saluti anche da parte del premier Rutte”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie