sabato, 22 Giugno 2024

CorSport: Juve-Napoli, il giudice d’appello Sandulli (già noto in Calciopoli) potrebbe essere ricusato da Agnelli. L’ex Dg Figc Valentini spiega: “Comportamento Sandulli molto grave”

Condividi

spot_imgspot_img

Juve-Napoli si sposta nei palazzi romani, dopo che il giudice Mastrandrea ha assegnato la sconfitta a tavolino ed il contestuale punto di penalizzazione ai partenopei per non essere andati a Torino a giocare il match contro la Juventus.

Ora “De Laurentiis – come riferisce il giornalista del Corriere dello Sport Andrea Ramazzotti – è intenzionato ad andare avanti e a presentare ricorso alla Corte Sportiva d’Appello della Figc e la “battaglia” di fronte alla corte del presidente Piero Sandulli, ufficialmente non ancora iniziata, in realtà sotto traccia già infuria”.

Il motivo lo rivela lo stesso giornalista del CdS che fa notare come Sandulli “Lunedì 5, commentando a Radio Punto Nuovo la vicenda Juve-Napoli, aveva cercato di essere prudente («Se la questione non verrà risolta dal giudice di primo grado, l’iter vedrà una delle due squadre appellarsi alla Corte Sportiva e a quel punto prenderemo le carte e valuteremo in merito. Non posso dire o opinare altro»), ma si era fatto sfuggire una frase che adesso può portare a polemiche e magari… ad altro: «Spero si trovi una soluzione, con il protocollo e tutto, perché non bisogna lasciare che la classifica venga scritta dal Covid»”.

Frase che secondo il giornalista non può lasciare tranquilli a Torino e dintorni.

Il giornalista ricorda che “Sandulli è un “luminare” della giustizia sportiva italiana visto che se ne occupa dal 1996. Tra i tanti processi nei quali ha avuto un ruolo di primo piano c’è Calciopoli (emise la sentenza d’appello)”.

“E’ chiaro però che la frase «non bisogna lasciare che la classifica venga scritta dal Covid», gli occhi di un profano, di qualcuno che non conosce la carriera e lo spessore di Sandulli, potrebbe suonare come il preludio alla volontà di far giocare la partita perché il campionato sia deciso dal campo”, fa notare Ramazzotti.

Il motivo della possibile ricusazione da parte della Juventus viene spiegato dall’ex dg della Figc, Antonello Valentini, che intervenuto a Radio Crc, ha dichiarato:

«Commentando un procedimento ancora aperto e che passerà sotto il suo giudizio, ritengo che il comportamento di Sandulli sia stato molto grave: ha violato il protocollo di riservatezza. Ho già fatto presente il caso al collegio di garanzia della Figc. Penso che lui si asterrà, ma c’è il rischio che venga ricusato dai club».

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie