venerdì, 14 Giugno 2024

Claudio Marchisio: “Rifiutato Inter e Real Madrid, attaccamento alla maglia non negoziabile. Gli scudetti si rivendicano perché c’è stata differenza di trattamento con altre squadre”

Condividi

spot_imgspot_img

Nel corso di un’intervista rilasciata a il Corriere della Sera, l’ex centrocampista bianconero Claudio Marchisio ha parlato di sé e ha rivelato anche dei retroscena di mercato legati al passato:

“Con l’Inter ci furono dei contatti: dissi di no. Persone come me, Totti, De Rossi o Maldini, hanno fatto tutta la trafila con gli stessi colori. Fin da bambini. Il nostro attaccamento alla maglia non è negoziabile.

Pensi che mi cercò anche il Real Madrid. Avevo 21 anni, avevo appena cominciato a giocare nella Juve e Capello, allora a Madrid, mi voleva. Dissi di no perché volevo giocare nella mia squadra del cuore, davanti ai miei genitori, nella mia città”.

Marchisio ha anche commentato la delicata vicenda degli scudetti revocati, per i quali Andrea Agnelli si è detto deciso a presentare un nuovo ricorso.

Alla domanda di quanti fossero gli scudetti della Juventus, Marchisio ha risposto:

Lo sa benissimo anche lei quanti sono. Non si rivendicano gli scudetti tolti per l’albo d’oro, ma per reclamare una differenza di trattamento subìto rispetto alle altre squadre“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie