Juve-Napoli 3-0 a tavolino, l’accusa di Auriemma: “Scure calata per mano del Giudice Sportivo che ha preso indicazioni dai presidenti, quelli bravi, che gli avevano detto come doveva fare”

286

Il giornalista e tifoso del Napoli, Raffaele Auriemma, ha commentato con un video sui social la recente sentenza del Giudice Sportivo che ha punito il Napoli per la sua assenza del 4 ottobre scorso a Torino, dove avrebbe dovuto disputare la partita di campionato contro la Juventus.

Il Giudice Sportivo ha assegnato il 3-0 a tavolino alla Juventus e 1 punto di penalizzazione in classifica al Napoli per la violazione del protocollo della FIGC, una decisione che ha provocato la reazione furiosa del Napoli e dei suoi tifosi.

Il commento di Auriemma:

“È arrivato l’esito del giudizio di Mastrandrea, il Giudice Sportivo che ha assegnato il 3-0 e la penalizzazione al Napoli di 1 punto in classifica.

Evviva lo sport, evviva la giustizia! Evviva anche il rispetto delle regole, quelle che prevedono il rinvio di una partita nel momento in cui c’è una ragione di causa maggiore, che non ti permette di non presentarti su di un campo di calcio per giocare una partita.

Io non oso immaginare cosa scatenerà Aurelio De Laurentiis per reagire a questa ingiustizia palese e l’ennesimo atto di protervia, perché quando c’è qualcuno che, diciamo, vìola un patto un gentlemen agreement fra tutte le società come il Napoli avrebbe fatto, ecco subito la risposta immediata, con la scure che viene calata per mano del giudice sportivo che in pratica ha seguito e ha preso indicazioni dai presidenti, quelli bravi, quelli che contano nel calcio italiano, che gli avevano detto come doveva fare Mastrandrea.

Doveva punire il Napoli, doveva essere una sentenza esemplare, affinché nessun altro si permettesse mai di contattare la ASL territoriale per controllare l’esito dei tamponi oppure per verificare il livello di contagio di una squadra”.