venerdì, 14 Giugno 2024

Bucchioni su Chiesa: “È cresciuto in una squadra più debole di lui, vuole la Juve per fare l’ultimo step di crescita”

Condividi

spot_imgspot_img

Il giornalista Enzo Bucchioni ai microfoni di Radio Bianconera ha commentato la situazione di alcune squadre di A.

Il commento di Bucchioni:

“L’Inter è una sorpresa e si è ulteriormente rafforzata. Hakimi lo conoscevamo, sapevamo che era forte e ha dimostrato di essere già pronto. Poi ha preso Vidal, ha tanti giocatori d’esperienza e un progetto di squadra ben definito. Non era automatico viste anche le voci su Conte, se dovesse arrivare anche Kanté parleremo sicuramente di grosse possibilità in zona titolo.

L’Atalanta poi ha dimostrato di meritare di essere lì e di poter durare ancora, è maturata molto e non ha venduto nessuno dei big, dimostrando che anche loro ci credono.

Della Juventus non parlo perché non è una sorpresa pur essendo in un momento di transizione, non ha forse più le certezze degli anni passati visto il cambio di allenatore, che è ancora tutto da scoprire. Nella gara contro la Roma qualche problema si è visto e si dovranno risolvere in fretta.

C’è forse un eccessivo pessimismo attorno alla Juventus, forse quando si vince per tanti anni si ha un po’ la pancia piena. Qualche dubbio su Morata ce l’ho anche io, ma alla Juve potrebbe ritrovarsi. Bisogna aspettare un attimo per capire, questa Juventus al momento è un laboratorio quindi si fa fatica ad esprimere giudizi”.

Bucchioni ha poi commentato la trattativa avviata tra Juventus e Fiorentina orientata a portare in bianconero il giovane attaccante Federico Chiesa:

“Dobbiamo considerare che è cresciuto in una squadra che è più debole di lui, quando sei in un contesto di squadra importante è più facile esprimersi. Ribery è stato il primo campione con cui si è trovato a giocare, mi piacerebbe vederlo in un contesto diverso.

Credo che la Juventus abbia valutato bene tutto e abbia ritenuto che possa essere un giocatore che può fare la differenza. Lui vuole andare via dalla Fiorentina proprio per fare l’ultimo step di crescita.

Chiaramente serve la cessione di Douglas Costa e l’uscita di Khedira, è un’operazione che ha un tappo e se non salta quello non si può fare”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie