martedì, 18 Giugno 2024

Sabatini punge Paratici: “In passato meno visibile e molto più efficace, negli ultimi tempi distratto dalla popolarità”

Condividi

spot_imgspot_img

Giorni frenetici per la Juventus, che continua a lavorare per cercare di completare la rosa da mettere a disposizione di Andrea Pirlo, in vista dell’avvio della nuova stagione.

A commentare le attività sul mercato della Vecchia Signora, il giornalista Sandro Sabatini, ai microfoni di Radio Sportiva:

Dzeko è un regista offensivo e può essere il giocatore ideale per Dybala e Ronaldo. Pirlo ha replicato se stesso ma 30 metri più avanti.

Dzeko oggi è più forte di Milik, ma che l’operazione sia nettamente a favore della Juve e nettamente a sfavore di Roma e Napoli non sono d’accordo. L’undici base della Roma, se non ci sono infortuni, è una bellissima squadra“.

Sabatini ha poi proseguito:

Paratici non è il direttore sportivo dei sogni ma nei 10 anni di lavoro alla Juve ha fatto tante buone operazioni. Negli ultimi tempi è stato un po’ distratto dalla popolarità, perché negli anni passati era molto meno visibile e molto più efficace“.

E proprio in tema di trattative, Sabatini ha commentato il colpo da sogno dei bianconeri, Erling Haaland, sfumato amaramente:

“La Juve lo doveva prendere da ragazzino, adesso un suo arrivo non è possibile“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie