Kulusevski, ha capito cosa vuol dire Juventus: “Ogni giorno è una guerra, non puoi venire al campo e non essere concentrato perché se ne accorgerebbero subito tutti”

32

Kulusevski è stato ufficialmente presentato oggi dalla Juventus. Le sue parole sembrano pronunciate da un veterano.

Io sono venuto qua per migliorare dentro e fuori dal campo. Ogni giorno che vado in campo voglio diventare più forte del giorno prima”.

Sul suo possibile esordio da titolare contro la Samp:

C’è una partita domenica molto importante, sono pronto a giocare se il mister mi mette in campo. Sarà la prima partita e non vedo l’ora di giocare”.

Ronaldo? Cristiano è fantastico, sono molto fortunato, posso imparare da lui e giocare con lui. E’ molto simpatico, parla con tutti e abbiamo parlato tanto anche di cose fuori dal campo, mi aiuta a fare il meglio e sono molto fortunato a giocare con lui e spero di aiutarlo”.

E poi sul suo ruoloDove mi metterà il mister avrà ragione. Quindi dove mi metterà giocherò, sia a centrocampo, esterno, punta centrale, seconda punta, trequartista, dipende contro chi giochiamo e come giochiamo. Io mi sento comodo in tutti i ruoli e non c’è un ruolo che preferisco”.

Kulusevski ha già interiorizzato il DNA bianconero:

Ogni giorno è una guerra, non puoi venire al campo e non essere concentrato perché se ne accorgerebbero subito tutti. Penso di poter dare energia, quando vado in campo voglio divertirmi. Sono uno che corre tanto. Pirlo mi parla tanto, sono fortunato a essere allenato da lui. Mi dà sempre consigli e farò di tutto per aiutarlo. Nessuno ha più aspettative di me stesso. A 20 anni sono qua e sono il ragazzo più fortunato del mondo. Farò del mio meglio”.