Sannino: “Sarri, era evidente che fosse nel club in cui non poteva esprimere al meglio il suo calcio”

35

L’allenatore Giuseppe Sannino, ha commentato ai microfoni di Tuttojuve le ultime notizie di mercato riguardanti la Juventus.

Ecco i passaggi inerenti l’avvicendamento dell’allenatore sulla panchina bianconera.

Su Sarri: “Se una società importante come la Juventus ha preso questa decisione evidentemente ha fatto le sue valutazioni. Sarri ha vinto lo scudetto, ma era evidente che fosse nel club in cui non poteva esprimere al meglio il suo calcio”.

Lui ha sempre anteposto il suo credo ai giocatori che invece devono essere messi nelle condizioni per rendere al meglio, soprattutto i campioni. La Juve ha avuto sempre dei tecnici che sono stati dentro le sue linee guida, con determinati comportamenti e modi di gestire. Quando sei in questa società sono tante le sfumature di cui tenere conto”.

Si passa a parlare del nuovo allenatore: “Pirlo è stato un giocatore di levatura mondiale. Il calcio ormai è cambiato. Una volta bisognava fare gavetta per allenare, ora spesso non è così e questa scelta non mi sorprende. Se hanno scelto Pirlo vuol dire che ci credono, poi sarà il campo a dare il verdetto”.

E ancora: “Pirlo parte da alcuni vantaggi. Intanto è una persona intelligentissima, è stato un giocatore della Juventus e sa come si deve stare in questo club. Mi auguro con tutto il cuore che possa diventare un allenatore top. Sono ottimista perché è un grande uomo e credo che sarà accompagnato dalla società nelle sue scelte”.