Sabatini perplesso su Pirlo: “Principiante e questa cosa alla Juve è un’anomalia”

144

Nel corso della trasmissione Microfono Aperto in onda su Radio Sportiva, il giornalista di Mediaset, Sandro Sabatini ha commentato l’esonero del tecnico bianconero Maurizio Sarri, sostituito in panchina da Andrea Pirlo.

Un nuovo arrivo che è stato accolto con entusiasmo da squadra e tifosi, ma che lascia in alcuni qualche lecito dubbio, considerata la sua inesperienza.

Le parole di Sabatini:

“Quest’anno la Juve ha vinto lo scudetto a due giornate dalla fine e con 1 punto di vantaggio. Sarri è stato il primo ad aver messo fuori Mandzukic, pertanto anche lui è responsabile della rosa.

La mossa della Juve di esonerarlo è stata poco elegante ma non trasformiamolo in un martire, Sarri aveva una squadra top, è il sogno di ogni allenatore avere una squadra con dei campioni.

L’esonero è stata una mossa istintiva di Agnelli, più comprensibile di quella di Allegri. L’esonero dell’anno scorso non ha spiegazione, è stato fatto solo perché non piaceva ai tifosi.

Pirlo è una persona di valore ma alla Juve è un azzardo che a me non convince.

È un allenatore principiante e questa cosa alla Juve è un’anomalia, Agnelli prima di diventare presidente aveva fatto la gavetta”.