Pirlo alla Juve, il commento severo di Graziani: “Scelta molto azzardata, non puoi mettere in mano una Ferrari a un neopatentato”

254

Ai microfoni di Radio Sportiva, l’ex allenatore e campione del mondo Ciccio Graziani ha commentato l’arrivo di Andrea Pirlo sulla panchina della Juventus.

Un nuovo arrivo che è stato accolto con entusiasmo da squadra e tifosi, ma che lascia in alcuni qualche dubbio, considerata la sua inesperienza.

Tra i dubbiosi, Graziani, che ha commentato:

Allenare ex compagni è uno svantaggio perché devi prendere decisioni e diventa difficile gestire un rapporto.
Ti devi staccare, quello del calciatore e dell’allenatore sono mondi diversi.

C’è un allenatore che va per la maggiore come Gasperini, perché non gli hanno dato un’altra opportunità? Vuoi che non te lo diano se glielo chiedi?

Io voglio bene a Pirlo e gli auguro il meglio ma lui si troverà in una realtà che all’inizio sarà magnifica e poi si renderà conto cosa vuol dire gestire una macchina così importante.

È una scelta molto azzardata, non puoi mettere in mano una Ferrari a un neopatentato, ci vuole qualcuno vicino. Uno a 18 anni può essere bravissimo anche a guidare la Ferrari ma io a un neopatentato la Ferrari non gliela do. È come mettere a lavorare in ospedale uno appena uscito da Medicina.

Alla Juve però servono gestori, lui ha carisma ma se andiamo a vedere tutti i grandi tecnici come Zidane, Klopp, Mourinho, tutti hanno lavorato in squadre B. Se le cose iniziano ad andare poco bene che gli racconti?
Non hai esperienza, se i risultati non ci sono non diventi più credibile, è un dato di fatto”.