Pavan: “Sarri, la fiducia e la pazienza non sono eterni”

41

Il giornalista Massimo Pavan su tuttojuve.com ha commentato la sconfitta 2-1 rimediata dalla Juventus contro l’Udinese, in quella che da molti era stata considerata solo una passerella scudetto.

Le parole di Pavan:

Maurizio Sarri non ci sta per niente sulle scatole, anzi abbiamo molta stima per la gente che si è fatta dal basso e che può arrivare in alto.
Tuttavia, la fiducia e la pazienza non sono eterni e ieri a Udine la Juventus ha bruciato un po’ di pazienza dei tifosi bianconeri.

Poteva e doveva finire meglio, invece, la Juventus incassa la seconda sconfitta post lockdown, perde un punticino nei confronti dell’Inter e tre verso l’Atalanta, ma soprattutto trasmette una sensazione di insicurezza di squadra abbastanza elevata.

A Maurizio Sarri il difficile compito di trovare le soluzioni, considerando che questa squadra palesa limiti di personalità abbastanza elevati e soprattutto non sembra avere tutto questo carattere, facendosi scivolare con troppa facilità le sconfitte.

Il tecnico con le dichiarazioni della vigilia sui giornalisti, se l’è praticamente ‘andata a cercare‘ e le critiche arriveranno copiose ed ancora più cattive del solito.

Dispiace per la festa rinviata, ma prestazioni come quella di Udine non sono da Juventus, per mancanza di personalità, carattere, voglia di vincere e determinazione.

Maurizio Sarri commenta: “Negli ultimi tempi è così per noi e un po’ per tutti. Abbiamo perso ordine, abbiamo preso il pareggio dopo aver fatto un buon primo tempo. Abbiamo cominciato a essere disordinati e abbiamo portato la partita su un binario pericoloso e poi l’abbiamo persa al 93′ per volerla vincere a tutti i costi. In questa fase della stagione è difficile perché le squadre giocano in condizioni diverse dalla normalità, siamo tutti più stanchi. Le squadre fanno fatica a essere aggressive e infatti ritengo che in questo momento l’ordine deve essere più importante dell’aggressività e noi oggi l’abbiamo perso”.

Da notare una risposta non risposta per commentare i 38 gol subiti: “Anche 12 rigori contro, non è un numero che solitamente subiscono le grandi squadre. Però mi sembra che sia un numero cresciuto in assoluto, non solo per noi. Forse per noi in maniera superiore agli altri però il numero dei rigori credo sia un record”.

Sui rigori contro è un dato che avevamo statisticamente evidenziato due settimane fa, ma indipendentemente da questo la difesa ha preso troppi gol in rimonta e troppi gol in generale, a noi questo dato sta molto sulle balle, si più di qualsiasi allenatore”.