Il giorno in cui la Juve distrusse il Milan a San Siro e Vieri umiliò Baresi

913

Anno 1997. Il 6 aprile a San Siro si gioca la ventiseiesima giornata del campionato di Serie A.

La Juventus di Lippi, campione d’Europa e del mondo in carica, sfida il Milan di Sacchi.

Travolgente prestazione della Juventus che a “S. Siro” umilia il Milan, campione d’Italia, infliggendo ai rossoneri una vera e propria lezione di gioco. Milan Juventus 1-6 resta una delle batoste più grandi nella storia del Diavolo.

A ripercorrere quella memorabile giornata ci pensa il quotidiano torinese La Stampa.

La Juventus cinica e spettacolare, passa in vantaggio dopo diciannove minuti di gioco grazie al goal di Vladimir Jugovic, bravissimo a ribattere in rete la corta respinta di Rossi, sulla conclusione ravvicinata di Vieri.

I bianconeri trovano il raddoppio, già prima della fine del primo tempo, grazie ad un calcio di rigore decretato da Braschi per il fallo di Maldini su Boksic.

Dagli undici metri, Rossi intuisce la conclusione di Zidane, ma il tiro del francese risulta comunque troppo angolato per l’estremo difensore rossonero che non può far nulla per evitare così lo 0-2.

Nella ripresa i campioni d’Europa e del mondo, entrano in campo con lo stesso piglio della prima frazione e realizzano al ‘6 lo 0-3.

Autore del goal ancora una volta Jugovic, che tra i migliori in campo, beffa Rossi e mette a segno la sua personalissima doppietta.

Il Milan a questo punto esce definitivamente dal campo, e la Juventus ne approfitta siglando nel giro di appena due minuti il quarto ed il quinto goal della sua partita.

Splendida l’azione dello 0-4 dei bianconeri, con Jugovic che dopo aver portato a spasso la difesa rossonera, lascia il pallone a Tacchinardi, bravissimo a servire Vieri che scattato sul filo del fuorigioco salta Rossi e fa impazzire il settore ospiti.

Con i rossoneri frastornati, il pokerissimo della “vecchia signora” appare quasi una logica conseguenza.

Questa volta ad entrare nel tabellino dei marcatori è Nick Amoruso, abilissimo ad avventarsi per primo su un pallone vagante all’interno dell’area milanista e battere così Rossi per la quinta volta.Unica consolazione nella triste serata del “diavolo”, il gran goal messo a segno da Marco Simone che dal limite dell’area, sfrutta alla perfezione l’assist di Baggio per battere con una perfetta conclusione al volo Peruzzi.

Tuttavia la rete dell’attaccante non riesce a dare nuova linfa al Milan, che nel finale subisce la rete del definitivo 1-6 con uno straripante Vieri, che dopo aver superato di forza Baresi, batte ancora una volta Rossi.