lunedì, 15 Luglio 2024

Juventus, indagini illegali durante l’esame di Suarez! ecco cosa è venuto a galla dal ‘dossieraggio Striano’

Condividi

spot_imgspot_img

Il nuovo sviluppo riguardante il caso Suarez e le indagini illecite coinvolge la Juventus e la città di Perugia. Tutto ha origine da un esame organizzato nel settembre 2020 per consentire a Luis Suarez di ottenere il passaporto italiano, un evento che divenne pubblico a causa di fughe di notizie e intercettazioni dagli uffici degli inquirenti. Ora, la Procura della Repubblica di Perugia ha svelato la genesi di questo caos: il “sistema dossieraggi Striano”.

La Juventus aveva virtualmente concluso l’acquisizione di Suarez, aiutandolo a ottenere il passaporto italiano presso l’Università degli Stranieri a Perugia con un esame di italiano propedeutico, nonostante alla fine avesse deciso di non tesserarlo. Tuttavia, alcuni professori dell’università, intercettati in un’indagine amministrativa, sostengono che l’esame fosse una farsa. Ciò ha portato i PM a indagare i dirigenti della Juventus, compreso l’allora presidente Andrea Agnelli. Nonostante le indagini parallele sulla Juventus non abbiano portato ad accuse, alcuni estratti delle intercettazioni sono stati diffusi illegalmente attraverso il dossieraggio illecito condotto dal luogotenente della Guardia di Finanza Striani e dal magistrato Laudati, entrambi al lavoro per la Direzione Nazionale Antimafia.

Nell’inchiesta sul dossieraggio illecito, è fondamentale la posizione di Raffaele Guadagno, cancelliere della Procura di Perugia, che ha ottenuto illegalmente 264 file riguardanti l’esame di Luis Suarez attraverso accessi non autorizzati.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie