domenica, 21 Aprile 2024

Lazio-Milan, Pioli: “Non vedo perché noi dovevamo fermarci…”

Condividi

spot_imgspot_img

Stefano Pioli nel post partita di Lazio-Milan, non eccelle certo per sportività, soprattutto nei confronti della sua ex squadra.

“È stata una partita nervosa sicuramente, fallosa – ha commentato l’allenatore -. Nel primo tempo forse abbiamo avuto poco ritmo, dovevamo avere più velocità e profondità nel giro palla perché la Lazio stava alta con la linea, ma è stata una partita equilibrata con poche occasioni”.

“L’avevo preparata che le nostre mezzale dovevano aprirsi un po’ di più in fascia per trovare la superiorità e costringere il loro terzino a scalare, a volte a destra l’abbiamo fatto bene, a sinistra Loftus è stato troppo dentro al campo e questo ci ha impedito di trovare la superiorà sugli esterni”.

Nel secondo tempo siamo partiti meglio e abbiamo sfruttato gli errori della Lazio. Sulla superiorità numerica era giusto inserire la seconda punta, potevamo andare più aggressivi alla loro linea, tenendo Loftus più sotto perche abbiamo le caratteristiche per essere pericolosi”.

Poi, sull’episodio che ha indirizzato la gara a favore dei rossoneri:

“Il rosso a Pellegrini? Sarri mi ha detto che la palla stava per uscire – ha aggiunto Pioli -, ma l’arbitro non ha fischiato e interrotto il gioco come regolamento prevede se un giocatore viene colpito alla testa, Pulisic che è un giocatore non corretto, di più, ha fatto la sua giocata e dopo Pellegrini ha fatto il fallo. Non vedo perché noi dovevamo fermarci, semmai era il giocatore della Lazio che doveva buttare palla fuori se questa era la loro volontà o era l’arbitro che doveva fermare il gioco”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie