domenica, 21 Aprile 2024

Juve, torna in auge il nome di Michel Platini

Condividi

spot_imgspot_img

La Juventus, priva di Pavel Nedved, manca al vertice della società di una figura carismatica e immediatamente riconoscibile, capace di incarnare la storia del club. Dopo il terremoto societario dello scorso novembre, il primo nome che è stato menzionato è stato quello di Alessandro Del Piero. Tuttavia, un altro profilo su cui si sono concentrate le voci è quello di Michel Platini. Spiccano a tal proposito le parole di Tardelli alla Domenica Sportiva:

Non sento molte voci provenire dalla società, c’è solo Allegri. Secondo me, la Juventus avrebbe bisogno di una figura importante. Ad esempio? Potrei citare Platini, potrebbe essere importante per far sentire la sua voce ogni tanto. È disponibile? Non saprei, dovremmo chiederglielo”.

Da tempo si discute del possibile ruolo di Platini nel futuro della Juventus. Dai dati economici e dalle previsioni, sembra che il club bianconero stia lavorando per mettere in ordine i conti, con l’obiettivo di farlo entro la stagione 2026/2027.

Fino ad allora, è probabile che le figure attualmente incaricate di gestire questo compito, dal presidente Ferrero all’amministratore delegato Scanavino, rimarranno al timone del club. Tuttavia, nel caso in cui emergesse la necessità di una figura simbolica anche all’interno della proprietà, il nome di Michel Platini sarebbe preso in considerazione, sia per il suo significato nel mondo Juventus, sia per la sua esperienza nel panorama calcistico.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie