martedì, 25 Giugno 2024

La lezione di Vlahovic all’addetto della Fiorentina. Il serbo si prende gli insulti, per far felice una bambina

Condividi

spot_imgspot_img

Al “Franchi” c’era un’importante partita da disputare nel segno del rispetto per i toscani colpiti dall’alluvione.

I tifosi della Juventus, infatti, hanno dimostrato la loro solidarietà esponendo striscioni appropriati. Sul campo, il match tra le squadre è stato intenso ma corretto.

Purtroppo, non possiamo dire lo stesso del comportamento di una parte della tifoseria viola. Già durante la ‘sciarpata’ erano state avvistate sciarpe del Liverpool. Tuttavia, la situazione è degenerata quando Dusan Vlahovic è entrato in campo per il riscaldamento. A quel punto, lo stadio ha intonato cori razzisti, rivolgendo epiteti offensivi nei suoi confronti, additandolo come ‘zingaro’. Gli insulti sono continuati anche quando è subentrato a Kean.

Alla fine della partita, si è verificato un episodio particolarmente sconcertante. Vlahovic aveva l’intenzione di regalare la sua maglia a una bambina sua fan presente nella tribuna viola. Ha chiesto a un addetto della Fiorentina di consegnarla alla bambina, ma l’uomo si è rifiutato, forse a causa del colore bianconero della maglia.

Di fronte a questa situazione, il coraggioso Vlahovic ha deciso di prendere in mano la situazione personalmente, dirigendosi verso la tribuna nonostante gli insulti e le minacce da parte dei presenti. Ha consegnato la maglia alla bambina e le ha inviato un gesto d’affetto, dimostrando una grande forza d’animo.

È un triste episodio che mette in evidenza quanto sia importante proteggere e valorizzare l’innocenza dei bambini in situazioni simili.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie