mercoledì, 28 Febbraio 2024

Juve-Verona, Allegri: “Juve prima? Cominciamo a  giocare delle partite più solide a livello mentale e questo è un bel segno”

Condividi

Allegri ha parlato a Sky Sport dopo la vittoria della Juve sul Verona

Il gol di Cambiaso è stata una liberazione. Abbiamo visto un suo sorriso liberatorio. Se lo sentiva che sarebbe arrivato il gol alla fine?
“No, è stato un sorriso perchè il calcio è micidiale, hai 95 minuti per vincere la partita, crei tante occasioni, ti annullano due gol, poi fai gol addirittura con la palla che prende il palo, torna in mezzo… quindi  diciamo che c’è stato il bello della squadra che ha creduto fino alla fine in questa vittoria, anche in modo ordinato, e questa era la cosa più importante. Anche perchè il gol viene perchè Szczesny non affretta il rinvio, abbiamo giocato palla a terra, Miretti apre su Gatti, mancava un minuto e in un minuto si possono fare due azioni. E su questo i ragazzi sono stati molto bravi, molto lucidi, dopo aver fatto una bella partita”.

Kean ha fatto una bella partita. La sostituzione immagino sia arrivata per l’ammonizione.
Non meritava assolutamente il cambio, però l’ammonizione, in una serata nella quale gli hanno annullato due gol, non era la sua serata. Ho detto, tiriamolo fuori. Però ha fatto una bella partita tecnicamente, ma Kean è un giocatore che è cresciuto molto, sono molto contento. Un giocatore diverso, come struttura, a livello mentale. Può ancora migliorare”

La classifica si guarda?
Si guarda, va guardata perchè dietro… abbiamo preso dei punti momentaneamente, ci sono degli scontri diretti e bisogna guardare il quinto posto”. E’ normale che vederci in testa ora è una bella sodidisfazione, soprattutto per i ragazzi, tanti, per la prima volta… stasera penso che tra tutti quelli che erano in campo e in panchina…. in campo penso siano stati in testa solo tre, quindi è una bella soddisfazione perchè meritata. E’ un gruppo  veramente straordinario, che anche stasera ha messo cuore ma soprattutto  ha messo tecnica e ordine. Cominciamo a  giocare delle partite più solide a livello mentale e questo è un bel segno”

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie