sabato, 25 Maggio 2024

Juve pronta a rovinare la FIGC: Chiesti 440 Ml di risarcimento

Condividi

spot_imgspot_img

Nel 2005-06, la Juventus si era aggiudicata il titolo di campione d’Italia, ma nel luglio 2006 sono stati scoperti casi di illeciti sportivi legati ad alcuni dirigenti del club: è Calciopoli.

Di conseguenza, il Commissario Straordinario della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) ha revocato il titolo alla Juventus, assegnandolo all’Inter secondo la classifica.

La Juventus ha presentato un ricorso contro questa decisione, sostenendo che l’Inter fosse coinvolta in illeciti simili. Tuttavia, il Consiglio Federale ha respinto il ricorso nel 2011. La Juventus ha cercato ulteriori rimedi attraverso la Giustizia amministrativa, ma anche il Consiglio di Stato ha evitato di pronunciarsi sulla questione, sottolineando che la Giustizia sportiva ha giurisdizione sugli illeciti disciplinari.

Pertanto, la Juventus non otterrà il riconoscimento dello scudetto per il 2005-06. È notevole che il Consiglio di Stato non abbia imposto alla Juventus di coprire le spese legali dell’altra parte, nonostante la decisione inammissibile dei ricorsi.

La Juventus ha anche richiesto alla Giustizia amministrativa di condannare la FIGC a risarcire il club per oltre 440 milioni di euro, in relazione agli illeciti sportivi dell’Inter e all’assegnazione dello scudetto all’Inter.

L’udienza per questa richiesta è fissata per il 24 ottobre. Tuttavia, anche se gli illeciti dell’Inter fossero confermati, ciò non restituirebbe il titolo alla Juventus, a causa delle complessità legali e delle circostanze storiche coinvolte.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie