giovedì, 23 Maggio 2024

Juventus, Gigi Moncalvo al vetriolo: “Commessa una cosa molto grave, su cui lancerei un appello all’ufficio indagini”

Condividi

spot_imgspot_img

Gigi Moncalvo, giornalista notoriamente vicino al mondo della Juventus ha criticato duramente il club bianconero dopo l’eliminazione in semifinale di Europa League:

Il giornalista si è lasciato andare ai microfoni della trasmissione Un Calcio alla Radio, in onda su Radio Napoli Centrale:

A Napoli avete un gioco fantastico, un allenatore che tutti vi invidiano e sento preoccupazione: alla Juventus che dovrebbero dire che hanno un allenatore che dice che l’annata della sua squadra è stata folkloristica? Che ha avuto una sessione di mercato di villeggianti? A livello europeo non valgono niente, il Siviglia li ha messi sotto anche a Torino, chi dovrebbe sentirsela di venire a giocare a Torino l’anno prossimo, se non a prezzi esorbitanti che non possono permettersi? Quest’anno la Juventus ha fatto ridere”, ha detto Moncalvo.

“John Elkan ha dato tutta la responsabilità ad Allegri, la persona meno indicata, poi ha chiamato Francesco Calvo: lì dentro non abbiamo speranze”.

E sempre a proposito della proprietà del club bianconero. Moncalvo ha poi aggiunto:

Andrea Agnelli conta ancora nella Juventus? C’è una cosa molto grave, su cui lancerei un appello all’ufficio indagini: tra i 5 squalificati e inibiti dai 16 mesi in su, c’è Cherubini che continua ad operare nella Juventus, data da una dichiarazione recente nel corso di una conferenza stampa, in cui Allegri dice che continua a coordinarsi con lui”.

La protervia, la supponenza, neanche il pudore di edulcorare, addolcire. Come fa a liberarsi di Allegri la Juventus? Siamo ostaggi (ride, ndr). Per quanto riguarda Giuntoli, dovrebbe pensarci qualche attimo in più prima di lasciare il Napoli e andare di là”, ha concluso il giornalista e scrittore di fede bianconera.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie