sabato, 18 Maggio 2024

Commisso: “Chiesa, Vlahovic e Bernardeschi non sono andati alla Juventus per la maglia, ma per i soldi”

Condividi

spot_imgspot_img

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha nuovamente attaccato la Juventus a margine di un incontro con gli studenti dell’università di Firenze.

Il calcio è molto più complicato dal mio punto di vista, ci vogliono i risultati. Se non si vincono le partite, poi mi vogliono mandare via. Stadio? In America non ho mai incontrato un sindaco, qui senza di loro non si fa niente. Volevo fare lo stadio, 4 anni fa con Casamonti. Se lo lasciavano fare a me, adesso Firenze avrebbe un nuovo stadio”.

“In quattro anni ho speso 420 milioni di euro. Salvini e Renzi? In America i soldi pubblici si usano spesso per gli stadi. Abbiamo, in Italia, gli stadi più vecchi d’Europa. Abbiamo visto stadi bellissimi fuori dall’Italia. Lo stadio per me, non è un monumento. Qui non succede mai, ma in America c’è chi cambia proprio paese per se non gli fanno costruire lo stadio.”

“Io devo pagare 850 persone e non solo, considerando le scuole calcio. Ho una grande responsabilità. Il problema numero uno della Fiorentina è che non ci sono ricavi. Sia il Milan che l’Inter vogliono ridurre i costi, pur avendo più ricavi della Fiorentina. Io non posso spendere ogni anni 40 milioni per le perdite che abbiamo”.

Poi l’affondo sulla Juve: La Fiorentina non avrà mai problemi finanziari. Mercato? Con queste squadre in Inghilterra è tutto quello complicato. Fanno come faceva la Juventus, pagavano giocatori di più di quanto valevano. E noi abbiamo perso giocatori come Chiesa, Vlahovic e Bernardeschi. Ma non vanno a Torino per la maglia, ma per i soldi.

“Squadre inglesi? Quelli del Chelsea hanno speso milioni per essere dodicesimi. Io almeno non ho speso nulla (ride, ndr). In Premier hanno fatto una cosa incredibile. Quest’anno stiamo andando bene in Europa. Speriamo di vincere e andare avanti”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie