venerdì, 21 Giugno 2024

Inchiesta Juve. Il club chiede un’altra carta segreta

Condividi

spot_imgspot_img

La sentenza del Tar e quella successiva del Consiglio di Stato (su ricorso della FIGC) che hanno entrambe dato ragione alla Juve e ai legali di Federico Cherubini e Fabio Paratici, in merito alla “carta segreta” (ovvero la nota 10940, chiesta ed ottenuta), non fa placcare le azioni del club bianconero volte a riottenere 1 15 punti sottratti ingiustamente.

Come riferisce Tuttosport, i legali bianconeri chiederanno infatti di accedere anche alla nota del 31 marzo, ovvero una mail che la Covisoc aveva mandato alla Procura, confidando che contenga elementi utili per dimostrare l’inizio anticipato dell’inchiesta e di conseguenza l’annullamento dell’intero processo.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie