lunedì, 20 Maggio 2024

Inchiesta Juve, il dubbio di Chirico e Vaciago: “Dietro la carta segreta ce ne un’altra, citata nell’oggetto «Riscontro della nota Covisoc in data 31 marzo 2021». Cosa conteneva quella nota?”

Condividi

spot_imgspot_img

Marcello Chirico pubblica il frontespizio della famosa Carta Segreta e mette in evidenza un dettaglio commentato da queste parole:

“La nota 10940 è questa, stasera l’hanno ricevuta i legali di Cherubini & Paratici che l’avevano richiesta. E’ un commento di Chiné che fa riferimento ad altra nota Covisoc del 31/3/21 protocollata 1440 in cui si chiedeva costituzione di tavolo di lavoro sulle plusvalenze”.

Secondo il direttore di Tuttosport Guido Vaciago “si tratta, dopo una prima e profana occhiata, di un papello accademico sulle plusvalenze, firmato da Giuseppe Chiné, con un paio di ragionamenti ampiamente contestabili, ma apparentemente innocuo sotto il profilo processuale”.

Ma c’è un dubbio secondo Vaciago: “L’unico dubbio è che dietro quella carta ce ne sia un’altra, citata nell’oggetto «Riscontro della nota Covisoc in data 31 marzo 2021». Cosa conteneva quella nota? E più in generale, il carteggio fra Procura e Covisoc fa presupporre l’inizio di un’indagine? Non in senso tecnico: pare più un ragionamento preparatorio di un’inchiesta, all’epoca dello scambio il tema delle plusvalenze è caldo, sia Covisoc che Procura ragionano, probabilmente sulle modalità investigative, rese difficili – come sottolinea lo stesso Chiné – dall’assenza di un criterio o una legge (che mancano tutt’ora, per la cronaca). Quindi cosa inquietava la giustizia sportiva?”

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie