spot_img
spot_img
giovedì, 9 Febbraio 2023

Gazzetta: Il vizio di forma consentirà di vincere il ricorso della Juventus contro il -15

Condividi

Il vizio di forma consentirà di vincere il ricorso della Juventus contro il -15 in classifica per il caso plusvalenze. Ne sono convinti gli avvocati della Juve.

Lo scrive la Gazzetta dello Sport che spiega che il Collegio di Garanzia del Coni si esprimerà infatti sulla legittimità del procedimento, non sul merito, e l’obiezione sollevata dai legali bianconeri riguarda proprio una lacuna in tal senso.

“Ecco, nel deferimento di aprile 2022 alla Juve non è contestato l’articolo 4. Sono presenti solo il 31 comma 1 (quello sugli illeciti amministrativi come le plusvalenze) che prevede come sanzioni l’ammenda con diffida (perché si parla di violazioni che non abbiano inciso sull’iscrizione al campionato, trattate nel comma 2) e l’articolo 6 (comma 1 e 2) sulla responsabilità diretta e oggettiva del club sull’operato dei suoi rappresentanti e dirigenti”, si legge sulla Gazzetta.

“È stato dunque contestato un illecito non presente nel primo deferimento? Per la Procura no, perché in quel documento erano accusati di aver violato l’articolo 4 tutti i dirigenti coinvolti e visto che il club ne è responsabile (direttamente e oggettivamente) la sanzione della penalizzazione può essere comunque addebitata alla Juve”.

Questa la posizione della Juventus:

“Gli avvocati bianconeri non sono d’accordo. Lo hanno fatto presente anche nelle controrepliche con cui si è chiusa l’udienza davanti alla Corte d’Appello Figc (“L’articolo 4 non è espressamente richiamato nella contestazione contro la società, oltre al 31 c’è solo l’articolo 6. Non si possono integrare due illeciti rispetto allo stesso fatto. La Procura sta cercando di celebrare un altro tipo di processo con un altro tipo di contestazione”, aveva rivendicato Bellacosa). Si legge in effetti che l’articolo 4 debba essere rispettato dai “soggetti di cui all’articolo 2”. Che recita: “Il Codice si applica alle società, ai dirigenti, agli atleti, ai tecnici…”.

Dunque, attenendosi rigorosamente al Codice, il famoso articolo sulla lealtà che ha determinato la penalizzazione avrebbe potuto essere contestato anche alla società Juventus. Un bel dilemma giuridico che potrà sciogliere soltanto il Collegio di Garanzia”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie