spot_img
spot_img
martedì, 31 Gennaio 2023

Chirico: “Altro che Calciopoli. Su passaporto Recoba tutti tacciono, ma secondo il regolamento l’Inter sarebbe retrocessa in B”

Condividi

L’intervento di Moggi su Calciopoli all’assemblea degli azionisti della Juventus ha destato scalpore tra gli addetti ai lavori.

Marcello Chirico a tal proposito si è schierato a favore di Moggi che ha chiesto pubblicamente la riapertura di Calciopoli.

“Se la Procura Federale vuole riaprire il caso plusvalenze perché sono emersi fatti nuovi. Chiaramente Moggi dice che dal 2006 sono emersi fatti nuovi con le intercettazioni, e allora perché non riaprire anche il caso Calciopoli?”

Chirico ricorda che “Moggi è andato a dire che gli altri facevano peggio della Juve e lui lo dimostra con le intercettazioni di dirigenti di altre squadre che chiedevano di truccare le partite. Illeciti riscontrati dall’allora Procuratore Palazzi ma poi non se ne fece nulla perché e subentro la Prescrizione. Ma come ha detto qualche collega sul web la prescrizione non significa assoluzione e proprio perché sono subentrati elementi nuovi, intercettazioni pesanti, il caso calciopoli si poteva tranquillamente riaprire”, le parole di Chirico.

Ma c’è di più: “Tutto quello che hanno fatto gli altri è peggio di ciò che ha fatto la Juve, ma ai giornali queste cose non interessano”.

Addirittura sul gol di Turone è uscito il film! Perché non esce un film sul passaporto di Recoba. La trama sarebbe perfetta: dirigenti dell’Inter che vanno alla motorizzazione di Latina per rubare una patente per poi da lì creare il passaporto falso da comunitario per Recoba. Recoba gioca dei campionati da comunitario pur avendo un documenti falso. La regola direbbe che per ogni partita giocata nell’Inter, bisognerebbe sottrarre da quelle partite dei punti e magari quella squadra sarebbe retrocessa in Serie B!”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie