mercoledì, 28 Febbraio 2024

Inchiesta Juve, retromarcia della Procura: rinuncia a misure verso club ex amministratori

Condividi

Svolta nell’inchiesta sui conti della Juventus. Come riferito dall’ANSA, la Procura di Torino ha rinunciato alle misure cautelari verso il club bianconero, sia per la società che per le persone fisiche.

Un altro punto a favore della Juventus dopo che il Gip del Tribunale di Torino, Ludovico Morello, aveva respinto lo scorso ottobre le richieste di misure interdittive per Andrea Agnelli e altri indagati.

L’udienza, come noto, era fissata per il 21 dicembre. In quell’occasione si sarebbe dovuto discutere l’appello dei pubblici ministeri avverso all’ordinanza del Gip del Tribunale di Torino sulla richiesta dei magistrati di misure cautelari, tra cui il sequestro preventivo nei confronti della Juventus di circa 437mila euro, in relazione al presunto reato di dichiarazione fiscale fraudolenta, contestato nei confronti di alcuni (ex) dirigenti della società.

Il Gip aveva respinto le richieste di misure presentate dalla Procura per mancanza di rischio di reiterazione del reato: le “manovre stipendi”, infatti, erano legate all’emergenza pandemica e quindi a un “periodo storico non più attuale”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie