spot_img
spot_img
giovedì, 2 Febbraio 2023

Zeman: “Quando succede qualcosa con la Juventus si allargano le cose”

Condividi

Zdenek Zeman ospite a ‘Quarta Repubblica’ ha parlato dello scandalo giudiziario che sta travolgendo la Juventus in questi giorni:

Parole inaspettate quelle dell’allenatore notoriamente anti-juventino:

“Penso che la Juventus sia la squadra più rappresentativa nel calcio italiano e nel mondo e quindi quando succede qualcosa con la Juventus si allargano le cose. Penso che il calcio rimane ancora malato e bisogna vedere se si riesce ad aggiustare”.

“Io penso che non è solo la Juventus che ha usato certe cose. Però, dipende dalle procure e la procura di Torino è la più attiva di tutti”.

Si passa poi a parlare dei Mondiali: “Li sto vedendo, sono in Qatar perché la Fifa prende 7 miliardi e mezzo. Io per i soldi non li avrei fatti in Qatar. Nel calcio di oggi ci sono troppi soldi e troppe promesse, perché non tutti arrivano a rispettare quello che hanno promesso”, ha aggiunto.

Zeman ha detto la sua anche sulle differenze tra il calcio di oggi e quello del passato: A me piace il calcio sul campo: io guardo solo il campo, i soldi non contano niente. Bisogna guardare il campo, i problemi intorno al campo se li devono risolvere loro: se c’è un sistema giusto va tutto bene, sennò va tutto male”.

Penso che la mia generazione era superiore tecnicamente, a quel tempo i ragazzi potevano imparare e giocare, finivamo la scuola e andavamo in piazzetta a giocare”.

“Oggi solo con la scuola calcio si sta un’ora, mezz’ora si parla e mezz’ora si fanno i birilli e non imparano quello che si imparava sulla strada tecnicamente. Ho visto tanti ragazzi che si sono anche laureati, non tutti sono scemi come si dice”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie