spot_img
spot_img
venerdì, 9 Dicembre 2022

Malagò intercettato al telefono: “I presidenti di Serie A sono dei delinquenti veri. Lotito è il capo”

Condividi

Dagli atti di un’inchiesta di Milano sui diritti tv sono venute a galle alcune intercettazioni tra il presidente del Coni, Giovanni Malagò e l’ex a.d. di Sky Italia Andrea Zappia, risalente al giugno 2020 e svelate da Repubblica e destinate a scatenare polemiche.

L’inchiesta della procura di Milano (con richiesta di archiviazione) sui diritti televisivi, contiene riferimenti a dirigenti del calcio con Malagò che apostrofa i presidenti dei club di Serie A come “delinquenti veri”.

Il Presidente del Coni spiega che Lega Calcio “è un’organizzazione di diritto privato… perché altrimenti li arrestavano tutti perché li avevano trovati colpevoli di corruzione sei anni fa…”.

E ancora, a proposito dei singoli president, spunta il commento di Malagò su Preziosi, ex presidente del Genoa: “un vero pregiudicato”. E poi su Lotito considerato il capo. “E i nostri amici, Juventus e Roma, sono colpevoli quanto lui. Perché alla fine o per un motivo o per un altro, hanno rinunciato a lottare o lo hanno assecondato e sono diventati complici delle sue avventure…”.

La Gazzetta riferisce che si tratta di “parole pronunciate nei giorni in cui si venne a sapere che Malagò era indagato dalla procura di Milano per falso, in merito all’elezione nel 2018 “per acclamazione” di Gaetano Micciché a presidente della Lega, ai tempi in cui il n.1 del Coni era anche commissario della Serie A”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie