spot_img
spot_img
venerdì, 2 Dicembre 2022

Allegri: “Sei giornate fa nessuno credeva che alla sosta fossimo terzi in classifica”

Condividi

Massimiliano Allegri,  parla al termine del match vinto contro la Lazio per 3-0.

“I ragazzi hanno fatto cose ottime in questo ultimo mese e mezzo. Venivamo da uno sforzo importante e contro di loro non era semplice. Abbiamo concesso poco e niente e abbiamo avuto anche una buona gestione della palla. Loro nel primo tempo hanno corso molo. Cambi importanti, Chiesa, Di Maria, anche Paredes hanno alzato la qualità tecnica”, le parole del tecnico a DAZN.

“La sosta ci voleva perché abbiamo troppi giocatori con il punto interrogativo. Chiesa è entrato e ha fatto bene da quinto, ora va in Nazionale, poi tornerà e si preparerà”.

E ancora: “Abbiamo un po’ di partite da fare e questo alzerà il ritmo partita, poi uguale anche con Pogba. Abbiamo una partita ogni quattro giorni poi, dobbiamo cercare di arrivare fino in fondo in Europa League e in campionato ci sarà spazio per tutti. In questo periodo i cambi diventano determinanti, l’ultima mezz’ora diventa decisiva.”

Allegri ammette: “siamo cresciuti fisicamente nel secondo tempo come nelle ultime partite. E cambiato lo spirito, mi sarei arrabbiato se avessimo preso gol alla fine su calcio d’angolo e questo è un altro step in avanti. Vincere aiuta a vincere”.

Su Kean:Molto più equilibrato, quando sei giovane ti arrivano tutti addosso, poi lui è esuberante, Rispetto all’anno scorso è sei chili in meno quindi sta meglio anche fisicamente, sta crescendo, ha un approccio mentale diverso”.

Poi Sono abituato a parlare poco, nel calcio un giorno dai una spiegazione e poi succede il contrario, c’è da cercare di vincere le partite, poi una volta le vinci in un modo e poi in un altro. C’è da ringraziare questi ragazzi”.

Lotta scudetto: “Il Napoli sta facendo un campionato a sè, sta viaggiando a una media impressionante. Potenzialmente può finire a 53, a meno di 90 il campionato non si vince”.

Sei giornate fa nessuno credeva che alla sosta fossimo terzi in classifica, quindi questo è un saltino in avanti. Ora pensiamo a riposarci e a ricaricare le batterie”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie