lunedì, 22 Luglio 2024

Moncalvo: “Agnelli verrà defenestrato. Se in tribunale arrivasse la vittoria Margherita Agnelli, tornerebbero Giraudo e anche Moggi”

Condividi

spot_imgspot_img

Il giornalista Gigi Moncalvo, esperto del mondo Juve è intervenuto ai microfoni della tv di calciomercato.it.

Moncalvo ha commentato le notizia lanciate da Repubblica in merito al caso plusvalenze:

Se il giornale del padrone della Juventus dà queste botte alla Juventus stessa, e rivela con così tanta conoscenza dei particolari i fatti, allora vuol dire che c’è qualcosa lì dentro che non funziona tanto”, ha detto in apertura il giornalista.

“C’è qualcuno che si augura che la magistratura faccia ciò che lui (John Elkann, ndr) non ha la volontà di fare, ovvero cacciare il cugino dalla guida della Juventus”.

Su Agnelli, Moncalvo pare avere le idee chiare: “La defenestrazione di Andrea passa per due fasi: la prima è trovargli un altro posto adatto che sembri una promozione, l’altra è trovare l’alternativa per quanto riguarda la guida tecnica”.

Moncalvo pare non nutrire particolari simpatie per l’attuale presidente della Juve: “C’è un presidente (sempre riguardo Agnelli, ndr) che dice di non saperne niente quando vengono trovati i panni sporchi. Sono per la vittoria in tribunale di Margherita Agnelli, così tornerebbe Giraudo e anche l’innominabile (il riferimento è a Luciano Moggi, ndr), che a suo tempo aveva il coraggio di comandare, mandando a quel paese gente come Zidane e Vieri quando serviva”.

Conclude poi Moncalvo: “Non è un caso scoprire Fagioli o l’attaccante fatto esordire in Portogallo che Allegri non sapeva nemmeno di averlo. Questo vuol dire che non guarda neanche le partite dell’U23″.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie