spot_img
spot_img
venerdì, 9 Dicembre 2022

Elkann: “La Juve nel pieno di un nuovo ciclo, come è successo tante volte in 100 anni con la famiglia Agnelli, ma grazie ad Allegri saremo competitivi”

Condividi

John Elkann, presidente della Ferrari e del gruppo Stellantis, nonchè maggiore azionista della Juventus, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport soffermandosi proprio sui bianconeri:

“La Juve sta attraversando un nuovo ciclo come è molte volte successo nella storia ormai centenaria che lega la mia famiglia alla maglia bianconera. Nel 2023 la mia famiglia festeggerà 100 anni di vita insieme alla Juventus, un record mondiale… Ed è un legame forte che si trasmette di generazione in generazione”, le parole del capo di Exor.

E ancora: “Dopo ogni ciclo bisogna avere la pazienza di ricostruire. La squadra è cambiata tantissimo, ma alla guida c’è un allenatore come Allegri che conosce bene il club e lo spirito di tenacia e concretezza che lo caratterizza. Ci aspetta un campionato competitivo”.

Tornando alla gara di Champions; “Con il Psg la Juve è scesa in campo senza alcun timore. A parte i primi 20’ se l’è giocata alla pari contro una delle favorite al successo finale di Champions. Io sono ancora più convinto e incoraggiato dalla prestazione di Parigi”.

Secondo Elkann, “ora serve il massimo dell’impegno, ma anche un pizzico di fortuna. E penso agli infortuni pesanti che ci penalizzano. La squadra ha puntato su alcuni campioni per vincere subito ma anche sui giovani. Ho fiducia nel lavoro che sta portando avanti mio cugino Andrea Agnelli per dare un futuro al calcio con impegno e passione”.

Poi l’allarme: “Ma sono anche preoccupato per quello che c’è intorno al calcio e allo sport professionistico in generale. Quando uno è tifoso, ma ha delle responsabilità, deve saper convertire quel dolore e a volte quella rabbia in volontà di fare meglio. Se non c’è la rabbia è un problema, se c’è solo la rabbia è un problema ancora più grande”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie