martedì, 4 Ottobre 2022

Chirico: “Dai Max, mollala lì con le bugie bianche dette per compiacere la società. Paredes è un rattoppo, è un Rabiot un pochino più evoluto”

Condividi

Non sono piaciute a Marcello Chirico le parole dell’allenatore della Juventus Allegri: “Dai Max, mollala lì con le bugie bianche dette per compiacere la società. Perché, in un bagliore di obiettività, l’hai dovuto ammettere pure tu che dopo un umiliante 0-4 in casa, seppur in una gara d’allenamento, «non ci possono essere attenuanti», le prime parole dell’editoriale del giornalista di fede bianconera.

“Quindi, per favore, lascia perdere questa storiella della stanchezza dopo il tour in USA, perché come scusa non regge: la squadra è rientrata a Torino lunedì scorso e contro l’Atletico Madrid si è giocato la domenica sera. In 6 giorni il jet-lag si recupera benissimo, e la fatica si smaltisce”.

Ma non è tutto. Secondo Chirico “non è normale aver perso in questo modo, così come non lo è avere già 7 giocatori in infermeria a pochi giorni dal debutto in campionato, e non tutti con infortuni traumatici”.

E ancora: “Così come non si sono visti finora progressi nel gioco: la squadra è priva di idee, di grinta, di gambe, di tutto. È la medesima brutta Juventus dell’anno scorso”.

“Lo ha detto pure Galeone: «Alla Juve servono almeno 4 acquisti, altrimenti servirà un miracolo per essere competitivi ad alto livello, soprattutto dopo l’infortunio di Pogba». Ha perfettamente ragione”.

Poi l’affondo di Chirico sull’eventuale sostituto di Pogba: “Paredes è un rattoppo, è un Rabiot un pochino più evoluto, nulla di più”.

La soluzione? “Per migliorare in modo pesante l’attuale mediana bianconera serve gente come Milinkovic Savic, non Paredes”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie