martedì, 5 Luglio 2022

Allegri: “Queste partite a inizio stagione le avremmo perse. Visto come si era messa questo è un punto guadagnato”

Condividi

Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni di DAZN con estremo ritardo dopo la fine di Juve-Bologna.

“No, niente da rivedere… Parlavamo nello spogliatoio ma in tutta serenità, non bisogna farsi prendere dalla fretta. Non è che se vincevamo oggi arrivavamo quarti sicuri, bisogna lavorare, avere un atteggiamento diverso. Questo è un punto guadagnato..”, le prime parole del mistrer.

“Siamo consci che per mantenere il quarto posto bisogna fare un passo alla volta. Per fortuna siamo riusciti a pareggiare, abbiamo fatto un brutto primo tempo, poi abbiamo preso un palo, tirato in porta. Prendiamo troppi gol, bisogna essere più sereni e lucidi quando la palla è vicina all’area. Queste partite a inizio stagione le avremmo perse, guardiamo il bicchiere mezzo pieno e pensiamo alla Fiorentina”.

E sui cambi: “Ci voleva ampiezza, loro erano bravi a uscire, noi un po’ in ritardo, ma dobbiamo fare meglio. Non dobbiamo deprimerci, c’è ancora da fare perchè dietro viaggiano. Dobbiamo restare sereni e concentrati”.

E ancora: “Avevamo preparato una partita così, poi ho cercato di allargare Cuadrado e creare più spazio tra le linee per rifornire Paulo. Poi abbiamo preso gol, ho cambiato, abbiamo avuto anche una bella reazione. Bisognava avere più lucidità per portare la palla vicino all’area e creare azioni importanti”.

Poi il mister cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno: “Tante volte siamo andati in vantaggio e ci siamo fatti raggiungere. Oggi abbiamo fatto meglio dopo il gol, in questo momento ci sono meno forze, bisogna concedere poco e fare gol quando c’è l’occasione”.

Sulla corsa al quarto posto: “Nel calcio succede di tutto, ma la Fiorentina ha un buon calendario. Tra quelle dietro Fiorentina, Lazio e Roma, nell’ordine, hanno un calendario migliore”.

Attenzione alle ultime due partite: “Dovrebbero arrivare 9 punti prima, ma non è facile… Nel calcio pensi una cosa e ne succede un’altra, bisogna pensare poco alla volta”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie