domenica, 2 Ottobre 2022

Si informa Mourinho che Morata fu espulso per aver detto solo “C’era un rigore imbarazzante”. Molto meno della frase sconcia ripetuta da Zaniolo all’arbitro tre volte

Condividi

Fanno scalpore le dichiarazioni di Josè Mourinho sulla espulsione di Zaniolo dopo il pareggio della Roma in casa col Genoa.

Lo “Special One” è esploso di rabbia per l’espulsione del talento giallorosso dopo che al minuto 90 lo stesso Zaniolo era riuscito a segnare e togliendosi la maglia era corso sotto la Curva a esultare per la vittoria.

Purtroppo per Mourinho, il Var richiama l’arbitro Abisso per un pestone di Abraham sul giocatore del Genoa prima del gol. Così l’arbitro annulla la rete. Zaniolo va tutte le sue furie, e come riferisce lo stesso arbitro a Mourinho, gli grida in faccia per tre volte: “che ca**o hai fischiato?”

Una frase sconcia urlata per ben tre volte in faccia all’arbitro Abisso che non può fare altro che espellerlo.

Da qui la protesta di Mourinho contro il Palazzo che a detta dell’allenatore giallorosso “considerata la Roma troppo piccola” e per questo motivo viene penalizzata

Se “Zaniolo fosse stato della Juve o di Inter e Milan non sarebbe stato espulso”, le parole di Mou. E ancora “Per una frase simile “che ca**o hai fischiato” ripetute tre volte “non sarebbero mai stati espulsi Chiellini, Ibra o Lautaro.”

Per Mourinho allora il “bellissimo sport amato dal popolo non può più chiamarsi Calcio”

Ma dopo l’ennesimo attacco indiretto alla Juventus, il popolo bianconero reagisce e attraverso tanti siti di matrice juventina viene ricordato a Mourinho che Morata lo scorso anno (in un finale di partita in cui non venne dato un fallo netto in area su De Ligt)  venne espulso per aver detto solamente “C’era un rigore imbarazzante”.

Il giocatore della Juve si beccò due giornate di squalifica, per una frase non certo scurrile come quella di Zaniolo.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie